FESTIVAL DELL'EUROPA SOLIDALE E DEL MEDITERRANEO

Da giovedì 25 aprile 2019 a domenica 28 a Ventotene si è tenuta la terza edizione del Festival dell’Europa Solidale e del Mediterraneo, Festival ideato da Abdullahi Ahmed, presidente dell’Associazione Generazione Ponte


Un racconto collettivo di pratiche vincenti per superare razzismo e discriminazione con l’obiettivo di promuovere una cultura europea fondata sui valori della pace e dell’accoglienza.

Quest'anno il Festival dell'Europa Solidale e del Mediterraneo, giunto alla sua terza edizione, si è tenuto a Ventotene, nella settimana delle celebrazioni del 25 aprile, e mira a diventare un appuntamento fisso negli anni a seguire.

Il Mediterraneo è da sempre un crocevia di culture che nell'Incontro hanno saputo dare vita alle più grandi innovazioni che l’umanità abbia conosciuto. Il nostro mare, che unisce, è però anche teatro di una grande tragedia umanitaria: sono migliaia le persone che non godendo della libertà di movimento e del diritto di intraprendere un viaggio sicuro verso il continente Europeo, rischiano quotidianamente la propria vita in un tragitto lungo ed incerto.


Come ci hanno insegnato Altiero Spinelli e Sofia Corradi che, nonostante le difficoltà intercorse hanno promosso l'Unione dei popoli d’Europa, crediamo che i nuovi cittadini Italiani ed Europei, rifugiati salvati e accolti, insieme ai cittadini che si riconoscono nei valori dell'accoglienza, possano essere i veri protagonisti di un racconto collettivo di pratiche vincenti che vadano oltre razzismi e le discriminazioni per promuovere una cultura europea fondata sui valori della pace e dell'accoglienza.

Oltre a valorizzare il ruolo della generazione ponte - dei giovani della diaspora e dei giovani europei - favorendo il loro protagonismo, uno degli obiettivi del Festival è anche quello di portare sull'isola studenti italiani e i rifugiati arrivati in Italia qualche anno fa, per far loro conoscere l'importanza dell'isola e del Manifesto di Ventotene:  il sogno prospettato dal Manifesto di Ventotene potrebbe il prossimo sogno da realizzare in quei paesi che oggi vivono conflitti e guerre fratricide.


“La via da percorrere non è facile, né sicura. Ma deve essere percorsa, e lo sarà!”
dal Manifesto di Ventotene


Il Festival  è destinato a tutta la popolazione dell’isola, e, attraverso una capillare azione di comunicazione mediatica, dell’intero territorio nazionale.
Il filo conduttore di questa terza edizione sarà “la ricerca della felicità” raccontato attraverso vari strumenti (conferenze, dibattiti, cinema, arte di strada, workshop) incontrando direttamente le
persone che con le loro storie di successo hanno contribuito a promuovere una migliore comprensione reciproca e una maggiore integrazione tra le diverse culture che compongono la ricchezza del panorama globale.

LE EDIZIONI PRECEDENTI

Nel 2017 in occasione della giornata mondiale contro il razzismo del 21 marzo e, la celebrazione della firma dei Trattati di Roma del 25 marzo, è stata lanciata la prima edizione del Festival dell'Europa Solidale e del Mediterraneo a Settimo Torinese, nata da un'idea di Abdullahi Ahmed.

La Seconda edizione del Festival si è svolto a Ventotene, nella settimana delle celebrazioni del 25 aprile. La scelta del luogo non è casuale: si tratta di un luogo simbolico per il sogno europeo.

Dal 2018 sono state coinvolte almeno 1000 persone, cittadini europei, giovani, studenti, migranti, rifugiati, giornalisti, politici e  giornalisti, personalità di calibro internazionale ed esperti riconosciuti nell'ambito dei temi trattati. Alcuni di questi ospiti, arrivati dal resto d’Italia e d’Europa, e Nazioni Unite.

IL FESTIVAL: Realizzato dall’Associazione GenerAzione Ponte con il sostegno di Compagnia di San Paolo
I PARTNERS: EquiLibri d'Oriente, ACMOS con il patrocinio di UNHCR e del Comune di Ventotene.

Festival ESM.jpg

       CONTACT US

generazioneponte@gmail.com

-

via dei mille 23

10123 - Torino, Italy

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
FESTIVAL Europa Solidale Mediterraneo 20